Boldo 500

75.00

COD: 1365 Categoria:

Descrizione

 

 

 

Boldo 500

Boldenone è Fratello di "metano"

Una cosa strana, la droga, senza la quale la vita d’oltreoceano "pro" è sostanzialmente impensabile, per molto tempo, aggirato il nostro mercato come un lato distante. No, cosa sia il “boldenone” e “con cosa si mangia” lo sapevamo certamente, ma solo in teoria.

Per quanto riguarda l’applicazione pratica di questo, da molti punti di vista, unico, farmaco, non era necessario parlarne – consegne sporadiche di colombiano "Ganabol" a noi, per non parlare delle sue controparti australiane o messicane ancora più stravaganti, non hanno permesso di creare la base necessaria. Grazie a Dio, adesso sono tempi più favorevoli.

Farmaco puramente veterinario

Se non teniamo conto della divisione dei farmaci, che è lontana dall’obiettività, per la quale esiste una definizione appropriata in inglese – "potenziamento dei farmaci", questo è, "migliorare i farmaci" – in "androgeni" e "anabolizzanti", quindi tutti gli AAS possono essere suddivisi in due grandi gruppi: creati per l’utilizzo in modalità tradizionale ("umano") farmacologia e farmaci veterinari. Tuttavia, anche qui, la divisione è spesso più che arbitraria: oxandrolone, creato appositamente per l’uso da parte di "umano" donne e bambini, viene utilizzato con successo in medicina veterinaria, lo stesso si può dire di oxymetholone, stanozolol, la maggior parte degli esteri di nandrolone e testosterone.

Esistono, tuttavia, esteri specifici: il laurato e il fenilpropionato di esile nel caso del nandrolone o l’acetato nel caso del trenbolone, prodotto solo per l’uso in medicina veterinaria. Ma sono stati creati solo per modificare la farmacocinetica di "umano" farmaci – per ottenere un ingresso più lento nel sangue nel caso dei primi due esteri (che è importante per i piccoli animali) o più veloce nel terzo. Altrimenti, tali farmaci non differivano dai soliti.

No, ovviamente c’è una differenza nelle tolleranze per la purezza del processo di produzione e, quindi, la purezza del prodotto finale, ma per le aziende veterinarie più rispettabili non differiscono molto dai requisiti adottati negli stabilimenti farmaceutici convenzionali . Un’altra differenza è il limite di concentrazione più elevato consentito per il principio attivo per i farmaci veterinari.

Ma per quanto riguarda il boldenone, questo farmaco è stato creato solo – esclusivamente – per l’uso in zootecnia. A proposito, per le sue caratteristiche, di cui parleremo di seguito, è uno steroide anabolizzante ideale per quasi tutti gli animali, dalle mucche ai cani, nonostante le differenze significative nel loro metabolismo. Per queste stesse caratteristiche, il boldenone si è dimostrato molto efficace negli sport di forza, nonostante sottolineo ancora una volta che sia stato creato per la zootecnia, cioè per aumentare la massa di creature notevolmente diverse dall’uomo in termini di metabolismo. È così bello che ora non è consuetudine ricordare il suo "veterinario" origine in una società decente.

E per imparare meglio un nuovo farmaco per noi, vediamo come assomiglia agli steroidi anabolizzanti già familiari e come si differenzia da loro.

Boldenone e Methandrostenolone

Già al primo sguardo, anche se non molto vicino, alle molecole di methandrostenolone e boldenone undecylenate, si vede che non solo sono simili. Se scartiamo il gruppo metile nella diciassettesima posizione nel primo caso e la catena dell’etere nella stessa posizione nel secondo, allora queste molecole diventeranno assolutamente identiche. Devo ammettere che questa identità mi ha confuso a lungo, non solo io ma molti esperti nel campo della farmacologia sportiva, che consideravano il boldenone un analogo iniettabile del “metano”. In effetti, questo è molto, molto lontano dalla verità.

Il gruppo metile in posizione 17 cambia molto fortemente la struttura spaziale della molecola di metandrostenolone e altrettanto fortemente, si potrebbe dire in modo drammatico, cambia le proprietà del farmaco. Inoltre, va tenuto presente che il “metano” perde questo stesso gruppo metilico con grande difficoltà – in due o anche tre passaggi attraverso il fegato. Sotto l’influenza dell’aromatasi, il methandrostenolone viene convertito in 17-metil-estradiolo e il boldenone in estradiolo più debole. Cioè, nonostante il fatto che il boldenone dovrebbe, in teoria, aromatizzare meglio, la “valutazione” della sua aromatizzazione è molto inferiore alla stessa “valutazione” di “metano” – questa è la prima differenza tra i farmaci. Il secondo, non meno importante, è l’incapacità quasi totale del methandrostenolone di stabilizzare (attivare) il recettore degli androgeni. Il colpevole qui, ancora una volta, è il famigerato gruppo metilico.

L’unica cosa, infatti, che indica una stretta relazione del boldenone con il metandrostenolone è la sua capacità di stimolare l’appetito. A proposito, questo rende il boldenone un desiderabile "partecipante" nei cicli di raccolta di massa, sebbene l’uso del suo più economico "fratello" è molto più preferibile qui a causa di una spiccata tendenza all’aromatizzazione.

Boldenone e testosterone

Il boldenone è simile al testosterone: la differenza tra le loro molecole è solo in presenza di un ulteriore doppio legame tra le posizioni 1 e 2 (anello A). Ma questa differenza rende universale questo farmaco – grazie al già citato doppio legame, il boldenone non è praticamente soggetto all’azione dell’enzima 5 -? – reduttasi. Lascia che ti ricordi che 5 -? – la reduttasi promuove la conversione del testosterone nel molto più potente diidrotestosterone (DHT). Il DHT non solo stabilizza meglio il recettore degli androgeni, ma differisce in una certa misura dal testosterone nelle sue proprietà. Quindi possiamo dire che 5 -? – la reduttasi modifica le proprietà della sostanza originale.

Boldenone può essere considerato una versione più morbida del testosterone. In effetti, il loro comportamento nel corpo umano, in una certa misura, sembra stabilizzare bene il recettore degli androgeni, entrambi hanno attività non genomica.

Boldenone e nandrolone

Ma il più vicino nelle sue proprietà al boldenone, stranamente, si è rivelato essere il nandrolone. Con tutta la diversità della struttura molecolare di questi due farmaci, sia il boldenone che il nandrolone hanno approssimativamente la stessa tendenza ad aromatizzare (sebbene, ovviamente, la differenza è che la conversione del nandrolone in estradiolo avviene senza la partecipazione dell’enzima aromatasi). Inoltre, il tempo di stabilizzazione del recettore androgeno per questi farmaci è approssimativamente lo stesso. Molti esperti raccomandano il nandrolone e il boldenone come farmaci intercambiabili e considerano il loro uso simultaneo non del tutto appropriato. A mio parere, questo non è del tutto giustificato, ed ecco perché.

Come forse ricorderai, il suddetto enzima 5 -? – la reduttasi converte il nandrolone in diidronandrolone – una sostanza molto più debole per quanto riguarda l’attivazione dei recettori degli androgeni. Cioè, boldenone, che non è soggetto a trasformazione con l’aiuto di 5 -? – reduttasi, può essere considerato a priori un farmaco più potente del nandrolone. Inoltre, il boldenone ha un’attività non genomica, sebbene non così chiaramente come nella sua "fratello" methandrostenolone, che non è nemmeno una traccia nel nandrolone. Questo è un altro vantaggio per il “frutto dell’ingegno dell’industria veterinaria”.

D’altra parte, il nandrolone ha una spiccata attività progestinica, che gli consente di superare il boldenone in termini di aumento di peso, anche se non in modo così significativo. Per migliorare il "componente di guadagno di massa" di boldenone, è consuetudine nella pratica veterinaria combinarlo "nell’ambito di un farmaco" con una sostanza come il methandriolo dipropionato; questa combinazione sarà discussa di seguito.

Preparazioni sul nostro mercato

Oggi ci sono tre farmaci sul nostro mercato che contengono boldenone undecylenate come ingrediente attivo. I primi due possono essere considerati analoghi, differiscono solo per la confezione e la concentrazione del principio attivo. Questi sono Boldesten-50, prodotto in flaconcini da due millilitri, la concentrazione del principio attivo nella preparazione è di 50 mg / ml e Boldesten-100, la forma di rilascio qui è già un flacone da 5 ml e la concentrazione del principio attivo la sostanza è 100 mg / ml. Il terzo farmaco è la suddetta combinazione di methandriol propionato (50 mg / ml) e boldenone undecylenate (50 mg / ml). Il nome del farmaco è Meprobolone ed è prodotto esattamente nelle stesse bottiglie di Boldesten-50.

Pratica applicativa

In linea di principio, il boldenone può essere utilizzato anche in cicli di “raccolta di massa”, ma tale utilizzo di un farmaco che non è soggetto ad aromatizzazione e non ha attività progestinica può sembrare poco appropriato. Sebbene sia possibile ottenere notevoli guadagni di massa, combinando boldenone con "di lunga durata" testosterone, enantato, per esempio. Qui, la proprietà del boldenone dovrà aumentare l’appetito.

Ma lo scopo principale di boldenone è "essiccazione", anche se, ancora una volta, non dimenticare la capacità del farmaco di aumentare l’appetito. Poiché non è praticamente soggetto ad aromatizzazione e non mostra attività progestinica, nel caso del suo utilizzo è possibile evitare l’accumulo di acqua.

Spesso il farmaco viene utilizzato come sostituto del nandrolone nella seconda metà del ciclo – non sopprime la produzione di testosterone endogeno tanto quanto il nandrolone. Una proprietà interessante del boldenone è che stimola il rilascio di eritropoietina nei reni, che alla fine porta ad un aumento dei globuli rossi. Questa proprietà è importante per i rappresentanti di quegli sport in cui la resistenza dell’atleta è in prima linea. Tuttavia, per i bodybuilder, questa proprietà non è così insignificante, se ricordiamo che uno dei meccanismi di crescita muscolare si basa su un aumento del numero di capillari nel muscolo. E l’aumento della vascolarizzazione, soprattutto alla vigilia della competizione, è una cosa importante.

E l’ultima cosa. Ciò che indubbiamente “rovina” il boldenone è la sua catena eterea extra lunga e super pesante. Non solo il farmaco viene incluso molto lentamente nel lavoro, ma anche più di un terzo del peso del farmaco cade sui non funzionanti "zavorra". L’inesattezza dell’esistenza di boldenone sotto forma di undecilenato è stata notata per molto tempo, ma solo di recente ha iniziato a sintetizzare sostanze come boldenone acetato e boldenone propionato. Finora, le versioni in acetato e propionato di questo, ovviamente, il farmaco più interessante sono prodotte solo nei laboratori di prova, ma sono sicuro che non è lontana l’ora in cui appariranno sul nostro mercato il boldenone acetato e il boldenone propionato.

Effetti collaterali

Boldenone non ha praticamente effetti collaterali, almeno per gli uomini. Anche la produzione del proprio testosterone da parte del farmaco stesso non sopprime molto.

Dosaggio

I dosaggi tipici di boldenone undecylenate variano da 300 a 800 mg a settimana. 300 mg per gli atleti esperti è ancora troppo poco, ha senso aderire a questo dosaggio solo quando si combina boldenone con altri androgeni. "Lavorando" può essere considerato un dosaggio di circa 600-800 mg del farmaco. Per i principianti, 150-200 mg di boldenone a settimana possono essere considerati un dosaggio adatto. Gli stessi dosaggi sono accettabili per i rappresentanti del powerlifting (ad eccezione delle categorie pesanti) e di altri sport che non impongono requisiti maggiori al peso dell’atleta.

Boldenone ha un’emivita molto lunga e può essere iniettato settimanalmente. Inoltre, dovrebbero essere eseguiti settimanalmente, ma non più spesso: questo è l’unico modo per ottenere rapidamente un effetto cumulativo. Sulla base del fatto che il farmaco viene incluso molto lentamente nel lavoro, durante le prime due settimane di utilizzo, il dosaggio deve essere aumentato da una volta e mezza a due volte.

Combinazione con altri farmaci

Se decidi ancora di utilizzare boldenone per aumentare la massa muscolare, è meglio combinarlo con iniezioni di testosterone enantato o Sustanon. Per "maggiore credibilità" nella combinazione, puoi aggiungere oxymetholone.

Per l’essiccazione, i principali “partner” di boldenone sono trenbolone o stanozolol; puoi usare una combinazione di tutti e tre i farmaci. Gli atleti esperti possono provare a "asciutto" e sul propionato di testosterone, anche qui l’uso di boldenone sarà molto appropriato.

Applicazione da parte delle donne

Con l’uso prolungato di alte dosi del farmaco, possono comparire fenomeni di virilizzazione, vale a dire aumento della crescita dei peli sul viso e sul corpo. Ma questo è con un uso a lungo termine e dosi elevate. Sebbene questa caratteristica del farmaco non debba essere sottovalutata, è improbabile che dosaggi dell’ordine di 100-200 mg a settimana per 4-5 settimane portino alla virilizzazione. Si consiglia di utilizzare Boldesten-50 in questo caso con una concentrazione inferiore del principio attivo nella soluzione.

Qualche parola sul methandriol

E alla fine dell’argomento, vorrei parlare di un altro "partecipante" in un farmaco complesso chiamato " Meprobolone " – methandriol dipropionato.

Contrariamente alla credenza popolare sulle eccezionali capacità anaboliche del methandriol, praticamente non ne ha. Inoltre, il methandriolo non è uno steroide anabolizzante, è un proormone, una delle forme di androstenediolo. Più specificamente, il farmaco si chiama 5-androstene-3β-diolo, meglio conosciuto come 5AD. Allo stesso tempo, non è noto dalla cui mano leggera al Methandriol siano state attribuite eccezionali capacità anaboliche, paragonabili alle capacità anaboliche del … testosterone! Vediamo quanto può essere giusta una simile affermazione.

Per diventare attivo, qualsiasi proormone deve essere convertito nell’ormone stesso. In questo caso, il methandriolo o il 5AD devono essere convertiti in testosterone e solo allora iniziano ad agire. Quale proporzione di methandriolo pensi venga convertita in testosterone? Non indovinerai mai – fino allo 0,19%! Cioè, il rendimento di un grammo di 5AD a settimana sarà paragonabile al rendimento di 2 mg di testosterone nello stesso periodo. Dimmi, hai visto molti atleti guadagnare una massa impressionante con due milligrammi di testosterone a settimana? Personalmente non ho mai incontrato persone del genere.

Quale vantaggio pratico può derivare da un farmaco così debole? Si scopre che forse – il methandriolo è un agonista dei recettori degli estrogeni, cioè mostra attività estrogenica senza essere convertito in estradiolo. Come ricordi, gli estrogeni hanno molti tratti utili per gli atleti negli sport di forza: aiutano nell’accumulo di glicogeno da parte delle cellule e stimolano la secrezione dell’ormone della crescita e dell’IGF-1 e sovraregolano i recettori degli androgeni. Quelli degli steroidi anabolizzanti che non sono influenzati dall’enzima aromatasi, o che non mostrano da soli un’attività progestinica o estrogenica, sono inferiori alla loro "controparti più avanzate" per aumentare la massa muscolare. Per compensare questa mancanza di steroidi non aromatizzanti, viene utilizzato il methandriolo.

Un’altra caratteristica utile del methandriolo è che impedisce parzialmente la disattivazione del mesterolone (Proviron) e del drostanolone, che avviene mediante la loro conversione in 5α-androsteni sotto l’influenza dell’enzima 3α-idrossisteroide deidrogenasi. Tuttavia, nel caso del drostanolone, l’uso combinato di questo steroide con methandriol non darà particolari benefici – il drostanolone è usato esclusivamente presso il "essiccazione" stadio e il methandriolo ha una spiccata capacità di accumulare acqua a causa della sua intrinseca attività estrogenica.

Il methandriolo ha anche una caratteristica così utile: un aumento della sintesi dei leucociti. Questa caratteristica del farmaco sarà utile per le persone con una maggiore tendenza alla morbilità, specialmente durante una dieta ipocalorica.

L’attività estrogenica del methandriolo, che in un certo periodo diventerà eccessiva e porterà a spiacevoli conseguenze, come un eccessivo accumulo di acqua, depositi di grasso, o anche ginecomastia, non può essere superata con l’aiuto degli inibitori dell’aromatasi (Arimidex). I bloccanti dei recettori degli estrogeni (Clomid o tamoxifene) possono aiutare qui. Il farmaco sembra non avere altro "effetti collaterali".

Affinché l’attività estrogenica del methandriolo sia positiva e non dannosa, non si deve superare la sua dose giornaliera di 50 mg. Di solito, il methandriol è già prodotto in combinazione, di regola, con boldenone; se si trova nella sua forma pura, è molto raro. Considerando l’emivita del methandriolo dipropionato, pari a due o tre giorni, le iniezioni della preparazione combinata devono essere effettuate esattamente a questa frequenza (2 ml di "Meprobolone" una volta ogni due giorni o 3 ml una volta ogni tre giorni). Il testosterone può anche essere aggiunto alla combinazione "boldenone + methandriol" – così il farmaco combinato sarà in grado di dimostrare la sua capacità di aumentare la massa muscolare in misura maggiore.

 

Informazioni aggiuntive

Prodotto

Categoria

Ingrediente

Produzione

Prezzo dell'articolo

Pacchetto